martedì 24 giugno 2014

Sablés per la prima volta


biscotti al burro

Si passano magari anni a fare le stesse cose e poi...
e poi decidi di aprire il blog ANCHE per "obbligarti" a fare e provare ricette sempre diverse
Già, perche' se dovessi stare al mio compagno, lui è un abitudinario, non ama sperimentare, azzardare nuovi sapori e ricette. E non è legato alla cucina italiana, no, ma a quella toscana !!!
Così il blog è diventato "l'altro" al quale far provare le cose che facevo e, già che le ho fatte, se le becca anche Antonio
Devo dire che a suon di dai e dai, l'ho abbastanza staccato dalla tradizione, ma quanto mi ci è voluto.

Questi sono biscotti davvero semplici, ma che io ho fatto solo ora per la prima volta, proprio perche' restavo sempre sulla vecchia strada, dei soliti biscotti collaudati, fatti con una classica frolla.

biscotti al burro

Ingredienti
230 gr. burro morbido di ottima qualità
320 gr. farina 00 setacciata
100 gr. zucchero semolato
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di estratto di vaniglia 
(o 1 bustina di vanillina... blèèè)
per la ricopertura: zucchero semolato o di canna q.b.

Lavorate il burro morbido ridotto in cubetti con lo zucchero, il sale e l'estratto di vaniglia finchè non avrete ottenuto una crema. Potete utilizzare la planetaria con il gancio K oppure un frullino. Aggiungete la farina setacciata e mescolate fino ad avere un impasto bricioloso.
Trasferite l'impasto su una spianatoia leggermente infarinata, compattatelo per renderlo liscio (sarà molto molle e difficilmente lavorabile) Posatelo su un foglio di pellicola, appiattitelo un po' e chiudete la pellicola. Riponetelo in frigo per almeno mezz'ora, finchè non si sarà indurito (più lo appiattite, prima si raffredda)
Riprendete l'impasto ora freddo, formate 4 cilindri del diametro di 3 cm. Avvolgete i cilindri nella pellicola e mettete a riposare in frigorifero per almeno 3 ore. Quando saranno ben compatti, prendete i vostri cilindri e fateli rotolare nello zucchero semolato o di canna coprendo bene la superficie.
Con un coltello ben affilato, affettate i cilindri per ottenere dei dischi alti 2 cm.
Adagiate i biscotti su una leccarda rivestita con carta da forno e infornateli in forno già caldo a 200 °C per circa 15 minuti. Sono pronti quando sono leggermente dorati e appena più scuri sul bordo.
Trasferiteli subito su una gratella a raffreddare.

A noi sono piaciuti tantissimo
Anche ad Antonio il difficile ;)


biscotti semplici


Si conservano fino a 7 giorni in un contenitore ermetico o in un barattolo di vetro.
Potete congelare i vostri cilindri, avvolti nella pellicola, crudi e utilizzarli all'occorrenza facendoli prima scongelare in frigorifero.

post signature
All photos by Sento i pollici che prudono

12 commenti :

  1. La raffinata semplicità dei sablés...proverò a farli!! Devono essere buonissimi..! Grazie...un.caro saluto, Cecilia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cecilia ! Per noi sono stati come le ciliegie, uno tira l'altro. Piaceranno anche alla tua piccola Camilla. Un bacio

      Elimina
  2. E allora meno male che hai deciso di aprire il blog! Pensa cosa ti saresti persa! Il "marito test" poi è sicuramente infallibile..se sono piaciuti a lui vuol dire che sono da fare ;)
    Grazie per la condivisione!
    Un bacione
    paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ben detto Paola, se sono piaciuti a lui... ! Grazie a te per essere passata a trovarmi ^_^

      Elimina
  3. Come sono carini!!! Io amo fare i biscotti, nella stagione fredda li faccio molto molto spesso, a casa mia direi che c'è sempre profumo di biscotti. Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu non ci crederai, ma ti pensavo proprio in questi giorni !!! Fantastico il profumo di biscotti che pervade la casa, vero ? Un abbraccio

      Elimina
  4. Così a vederlo sembra un biscottino morbido e .. godurioso di quelli che quasi si sciolgono in bocca.. non li conoscevo devo dire.. ma sembrano così buoni che mi fido anche del tuo Antonio a questo punto!!Noi in famiglia siamo proprio l'opposto.. entrambi,io e mio marito, vogliamo sempre cose nuove tanto che lui mi rimprovera perchè non solo vuole cose semre diverse ma le vuole anche rifatte più spesso.. ma un anno è fatto di 365 gg no? come fò??.. ahah.. baciotti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci vorrebbe una via di mezzo, che dici ;) Baci

      Elimina
  5. Il brutto delle cose buone è che finiscono troppo presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma il bello Marilena è che noi sappiamo farcele e rifarcele ;) Un abbraccio grande

      Elimina
  6. Questi mi mancano. Sono proprio curiosa di provarli!

    RispondiElimina