domenica 23 febbraio 2014

FRITTELLE DI RISO della suocera

carnevale

Da piccola mi piaceva da matti il Carnevale e non capivo come mai, per esempio, a mia mamma non piacesse. Ora, a distanza di anni, la capisco. 
Però se si hanno bambini il lato bello si trova sempre, per loro... basta vederli felici.
E così mi improvviserò sarta e confezionerò un abito per Michelangelo per la festa dell'asilo e sarò contenta di vedere tutti i pulcini della sua classe in maschera pronti a saltare, urlare e farsi scherzi.

L'aspetto culinario della festa mi interessa sempre molto ed apprezzo tutti i dolci che l'accompagnano.
Le frittelle di riso ne fanno parte e queste le ho preparate secondo la ricetta della suocera, toscana che, diamo a Cesare quel che è di Cesare, sa cucinare bene. Si differenzia leggermente da altre che si trovano in giro, ma è una valida alternativa.

Ingredienti
400 ml. di acqua
400 ml. di latte
250 gr. di riso Originario
1 bustina di lievito per dolci
2 uova medie 
scorza di 1 limone n.t.
3 - 4 cucchiai di zucchero semolato o di canna
farina q.b.

Portate a bollore l'acqua con il latte 
(attenzione ché il latte è fetente, un attimo è calmo, un attimo dopo è fuori dalla pentola) 
Versate il riso e cuocete finché il riso risulterà ben cotto/stracotto.
Un attimo prima di tirare fuori il riso aggiungete lo zucchero e mescolate.
Versate il riso, che avrà assorbito i liquidi, su una teglia, coprite con pellicola perché non secchi e lasciate raffreddare.
Una volta freddo aggiungete il lievito setacciato e la scorza di limone.
Sbattete le uova a parte ed aggiungetele al riso. 
Mescolate e, se l'impasto risulta troppo molle, aggiungete farina.
Lasciatelo comunque morbido affinché le frittelle lo siano al loro interno.
Friggetele in una padella con circa tre dita di olio di semi d'arachidi a 180 °C, prima da un lato e poi dall'altro, poche alla volta, aiutandovi con due cucchiaini. Quando saranno dorate scolatele e mettetele su carta da cucina per far assorbire l'olio.
Servitele tiepide dopo averle passate nello zucchero semolato.

frittelle di carnevale


frittelle di carnevale


post signature 
 
All photos by Sento i pollici che prudono 

12 commenti :

  1. Sante suocere che passano ricette del genere :D
    Carnevale lo adoro e prometto di mascherarmi con i bambini...il prossimo anno :D
    Un bacione e felice domenica bellezza
    Simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice lunedì, ormai, a te. Un abbraccio

      Elimina
  2. Oddio che bontá! Ora vado a farle!
    Baci,
    Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona preparazione e buona mangiata !

      Elimina
  3. È vero lo sguardo dei bambini è ben diverso da quello dei grandi. Dovremmo portarci dietro almeno un pezzetto di quello sguardo. Il mio dolce di carnevale in effetti mi riporta a quando ero piccola e preparavo le gale con mia nonna.
    Queste frittelle non le conoscevo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io ho imparato da te che le gale sono le chiacchiere (che qui in Toscana chiamano cenci) A presto

      Elimina
  4. che bello il tuo blog, ti seguirò con piacere .... un abbraccio *.* mariaida

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mariaida, che bel nome ! Benvenuta e un abbraccio a te ^_^

      Elimina
  5. Che buoni i dolci di carnevale, mi fanno impazzire. Brava ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ero in dubbio se postare anche un'altra ricetta di dolci di carnevale, ma se mi dici così in questi giorni la metto ^_^

      Elimina